In Memoria

Aramis

Il Maresciallo Ordinario Vincenzo Aramis è stato per tutta la sua giovane vita legato a valori quali Patria, Lealtà, Fedeltà, Onore. Il vestire le stellette non era solo atto formale dell’indossare una divisa per lavoro, bensì un credo, ovvero essere consapevole che quelle stellette erano il simbolo di fedeltà e sacrificio, anche l'estremo sacrificio che per un soldato significa dover sacrificare la propria vita per gli altri. Questo è quello che il Maresciallo Aramis nella sua carriera militare ha fatto. Nonostante avesse già combattuto un Tumore nel 2004, aveva continuato nel suo impegnativo lavoro quotidiano, continuando a sacrificare gli affetti familiari assentandosi per lunghi periodi per operare quale Soldato di Pace nelle missioni internazionali, partecipando per diversi turni nell'Ambito dell'Operazione Joint Enterprise in Kosovo. Nel 2012 mentre si accingeva ad essere immesso nel Teatro Operativo Libanese scopriva l’insorgere della malattia, che in questa occasione si presentava in forma più aggressiva rispetto al primo episodio tanto da dover subire numerosi interventi chirurgici perdendo addirittura l’uso delle gambe. Durante la degenza il Sottufficiale ha sempre continuato a sperare di poter rientrare in servizio allenandosi duramente per poter ristabilirsi. La sua tenacia lo ha portato, miracolosamente a riprendere la deambulazione, ma non a tal punto da poter rientrare in servizio. Poco dopo essere stato congedato è passato a miglior vita. Nonostante la sua malattia, ha sempre anteposto gli impegni lavorativi e istituzionali a quelli familiari e di salute. Fiero ed orgoglioso indossava la sua divisa sempre con dignità e rispetto, a tal punto che poco prima di perire, consapevole di ciò che a breve sarebbe successo, si preoccupava di avere la sua Uniforme in ordine per poterla indossare per sempre e “Presentarsi al Soglio di Pietro per arruolarsi nell'Esercito di Dio.”
Aramis

A ricordo dei fratelli I° AM 98-2000

Foto

Silvio OLLA

Nato a Carbonia (CI) il 07.04.1971, deceduto a Nassirya (Iraq) il 12.11.2003 all'età di 32 anni in un attentato terroristico, prestava servizio presso il 151° Rgt. f. "SASSARI" con sede a Cagliari.
Foto

Luca POLSINELLI

Nato a Orbetello (GR) il 20.10.1977, deceduto a Kabul (Afghanistan) il 05.05.2006 all'età di 28 anni in un attentato terroristico, prestava servizio presso il 9° Rgt. f. alp. con sede a L' Aquila.
Foto

Alessandro ROMANI

Nato a Roma il 18.07.1974, deceduto a Farah (Afghanistan) il 17.09.2010 all'età di 36 anni in uno scontro a fuoco, prestava servizio presso il 9° Rgt. d'assalto paracadutisti "COL MOSCHIN" con sede a Livorno.
Foto

Matteo CUSSIGH

Nato a Palmanova (UD) il 05.06.1977, deceduto a Latisana (UD) il 09.01.2014 all'età di 36 anni a causa di un male incurabile, prestava servizio presso il Rgt. "Piemonte Cavalleria" (2°) con sede a Villa Opicina (Trieste).
Foto

Maurizio SGURA

Nato a Torino il 26.07.1978, deceduto a Pisa il 05.01.2017 all'età di 38 anni colpito da leucemia, prestava servizio presso il Cdo Brigata Aeromobile "FRIULI" con sede a Bologna.
Foto

Piero LOZZI

Nato a Roma il 10.08.1971, deceduto a Roma il 13.05.2017 all'età di 45 anni a causa di un male incurabile, prestava servizio presso il Comando dei Supporti Logistici a Roma.

Raccontaci la tua storia